Trappola da Quantitative Easing

Le principali Banche Centrali hanno nuovamente parlato. Le loro parole hanno condizionato i mercati e le altre BC. Quali i contenuti? Promesse, rassicurazioni, conferme ma nessun fatto concreto. Eppure ai mercati è bastato per considerare le turbolenze agostane superate… dimenticate. I tassi hanno parzialmente ricominciato a scendere. Le Borse statunitensi hanno persino recuperato il range dei massimi a cui erano arrivati. Massimi storici assoluti… quasi.
[…]

Da |martedì, 10 novembre, 2015|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Un passo oltre…

Sembrava troppo sperare che, dopo i patemi greci, si riuscisse ad arrivare ai giorni caldi delle Banche Centrali (BC), dal 3 al 16 settembre, senza particolari scossoni. La FED ha condiviso la sua forward guidance con un tale anticipo che, ad un certo punto, la PBoC deve aver deciso di anticiparla, spiazzandola. La domanda base è: arriva il bear market?
[…]

Da |mercoledì, 2 settembre, 2015|Banche Centrali, Mercati, Scenari globali|0 Commenti

The big divergence

Dopo giorni di relativa tranquillità i mercati sembrano un po’ turbati dal consistente e rapido calo delle materie prime e da preoccupazioni “cinesi”. Il turbamento è relativo perché, come più oltre approfondiremo, i mercati finanziari, alla fin fine, restano in prossimità dei loro massimi recenti. Si tratterà quindi di riflettere sull’esistenza, o meno, di una divergence fra economia reale e mercati finanziari.
[…]

Credito, fiducia, exit strategy e QE

L’Unione Monetaria ha evitato la Grexit, forse. La Cina riesce a contenere i danni del suo ’29, forse. Le Banche Centrali (BC) stanno gestendo in modo adeguato l’inizio di una exit strategy indolore, forse. Tre “forse” che si trasformano inevitabilmente in volatilità sui mercati. Quale exit strategy ci aspetta?
[…]

Compiacenza (Draghi dove sei?)

Il nostro silenzio era dovuto per rispetto a mercati particolarmente compiacenti a cui piaceva non pesar nulla, essere dimentichi di tutto. Rompiamo qui il silenzio perché la compiacenza si è appannata. Non è un allarme generale ma la sottolineatura di un altro evento stile “15 ottobre” che può suggerire a orecchie attente almeno un po’ di moderazione e fornire elementi utili a meglio definire il contesto.
[…]

Effetti del QE di Draghi sul cambio

Riportiamo qui un aggiornamento al 31 marzo del nostro paniere di valute rispetto all’Euro. L’effetto delle misure non convenzionali adottate da Draghi è ora evidente… […]

Da |martedì, 7 aprile, 2015|Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Forever Quantitative Easing (QE)….

Quanta strada dovremo fare ancora in compagnia dei vari Quantitative Easing (QE)? Sembra evidente che i mercati senza quel sostegno non riescano a procedere… Come scritto già mesi e mesi fa (vedi e anche) la trappola della liquidita sembra lavorare inesorabilmente continuando a farci scivolare sempre più in un mondo a tassi negativi.
[…]

Da |mercoledì, 25 marzo, 2015|Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Instabilità sommersa

Quanta instabilità nasconde l’attuale situazione di esasperato controllo dei prezzi di mercato attuato dalle autorità monetarie? Instabilità che definiamo, per i citati tentativi di controllo, come “sommersa”. L’aggettivo si presta a più letture, in un senso lo si potrebbe intendere come “celare dietro un’apparente assenza di volatilità elementi di forte instabilità potenziale” e in un altro  senso come “volontà di sommergere forzatamente con ingenti masse di liquidità potenziali elementi destabilizzanti”. Interpretazioni entrambe valide alla fin fine…
[…]

Da |lunedì, 29 dicembre, 2014|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Le ragioni di Draghi

Forse Draghi è riuscito a convincere la BCE. Alla fine il quantitative easing (QE) su titoli di Stato in Europa si potrà e/o si dovrà fare per combattere la disinflazione. Oppure no? Comunque vada il nodo è ormai vicino al pettine. Per avvicinarsi al suo obiettivo Draghi si è aggrappato progressivamente al deprimente andamento dell’inflazione, forse l’unica motivazione che non contrasta apertamente con il mandato BCE.
[…]

DRAGHI: We will do what we must!

I mercati nel loro complesso stanno “scrivendo” un discreto elogio della follia… delle autorità monetarie. Queste ultime si dimostrano ogni giorno sempre più disperate ma pur sempre determinate nelle loro politiche ultra-espansive. Chiuse anche loro nella trappola dei tassi bassi che hanno contribuito a creare?
[…]

Da |lunedì, 24 novembre, 2014|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti