Un compito sempre più arduo per le Banche Centrali…

Animati da una affannosa ricerca del rendimento vediamo sempre meno i rischi a cui questa ci espone. Dimentichi del passato ci fidiamo di ciò che ci ha deluso non molto tempo fa. La repressione finanziaria delle Banche Centrali sta riuscendo nel suo scopo: farci comprare debiti insostenibili a prezzi (tassi) ridicoli.
[…]

Da |martedì, 4 marzo, 2014|Banche Centrali, Mercati|0 Commenti

Un tram chiamato “Rialzo dei Tassi”

Il tram è partito. Il rialzo dei tassi sui principali titoli di debito pubblico si va consolidando a livello globale. Un rialzo che sancisce probabilmente la fine dei quantitative easing (QE) o, meglio, conferma il venir meno dell’efficacia di ulteriori QE, almeno per come sono stati costruiti e attuati sino ad oggi. Se una manovra di quantitative easing non riesce a ridurre i tassi o almeno a tenerli fermi è chiaro che risulta inefficace, inutile. Questa è la situazione attuale.
[…]

Da |giovedì, 4 luglio, 2013|Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Selection marzo 2013

Bad bank italiana (ipotesi)
L’Austerità “espansiva”
Oro & Soros
Banche inglesi – aggiornamento
Cipro bailout

Da |venerdì, 22 marzo, 2013|Link Interessanti|0 Commenti

Cipro: salvo ma a che condizioni?

Il trend positivo dei mercati ha continuato senza sosta. Nulla sembra capace di arrestare la crescita di certi indici azionari. Ora c’è Cipro e alcune certezze vacillano.
[…]

Da |venerdì, 22 marzo, 2013|Crisi Euro, Mercati|0 Commenti

Un po’ di fantafinanza…

E se… per assurdo… il grande capitale, nel 2008, consapevole delle crisi irreversibili in cui era ormai immerso, avesse cominciato a cercare un rifugio… un bene rifugio?
Prova con il Petrolio (picco nel 2008)… ma non funziona… accelera gli squilibri (senza tralasciare il problema di un quasi picco in corso)… e questo crea una crisi bancaria dal quale si salva solo con un massiccio intervento governativo… Prova allora con il buon vecchio oro… (picco 2011)… ma non va bene.. non basta… il buco è troppo grosso… al più potrebbe servire per il dopo… quando bisognerà ricostruire un sistema monetario nuovamente credibile. Cosa resta? Non resta che credere nella base del sistema globale esistente: il dollaro. L’ultima spiaggia… in cui si infrangono le onde di un mare di dollari… un mare di carta che sommerge tutto. Anche i cinesi si sono creduti navigatori… pensano di aver la scialuppa di salvataggio… mentre chiudono una porta stagna dopo l’altra… E l’Euro? ….L’Euro chi?

Da |giovedì, 12 luglio, 2012|Commenti Brevi, Mercati, Scenari globali|0 Commenti