Credito, fiducia, exit strategy e QE

L’Unione Monetaria ha evitato la Grexit, forse. La Cina riesce a contenere i danni del suo ’29, forse. Le Banche Centrali (BC) stanno gestendo in modo adeguato l’inizio di una exit strategy indolore, forse. Tre “forse” che si trasformano inevitabilmente in volatilità sui mercati. Quale exit strategy ci aspetta?
[…]

Grecia (aggiornamenti)

La questione Grecia è tutta nelle parole dei partecipanti alla trattativa:
[…]

Da |lunedì, 15 giugno, 2015|Banche Centrali, Commenti Brevi, Crisi Euro|0 Commenti

Is the black swan flying in the sky?

Grecia, ancora Grecia. Il dilemma Grexit ha finito per monopolizzare l’attenzione dei mercati. […]

E i tassi ricominciano a salire…

Il dramma greco continua alimentando o semplicemente coprendo un altro evento forse più rilevante… il generalizzato aumento dei tassi sui titoli di stato. Così il decennale USA dal 1,65% di gennaio ora si muove nell’intorno di 2,35%; quello giapponese è passato da 0,2% a 0,45%-0,5%; il Gilt (UK) da 1,3% a 2% e infine il Bund, in pieno QE, si è mosso da 0.05% a 1%. Questo accade in un momento in cui numerose manovre ultra espansive a livello globale sono in corso o sono state appena varate. Quali le ragioni di una simile incongruenza?
[…]

Acque tranquille… approdi sconosciuti

Il contesto dei mercati resterà probabilmente “tranquillo” da qui a Natale; nessuno ha interesse a disturbare i consumatori nel periodo prenatalizio. Dollaro (non svalutante) e/o tassi (non crescenti) permettendo. E non è poco… Navighiamo in acque apparentemente tranquille ma gli strumenti utilizzati per ottenere questo risultato sono talmente unconventional che non è irragionevole attendersi degli approdi alquanto “innovativi”.
[…]

Da |martedì, 5 novembre, 2013|Banche Centrali, Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Un tram chiamato “Rialzo dei Tassi”

Il tram è partito. Il rialzo dei tassi sui principali titoli di debito pubblico si va consolidando a livello globale. Un rialzo che sancisce probabilmente la fine dei quantitative easing (QE) o, meglio, conferma il venir meno dell’efficacia di ulteriori QE, almeno per come sono stati costruiti e attuati sino ad oggi. Se una manovra di quantitative easing non riesce a ridurre i tassi o almeno a tenerli fermi è chiaro che risulta inefficace, inutile. Questa è la situazione attuale.
[…]

Da |giovedì, 4 luglio, 2013|Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Ferite post Cipro

“There were no optimal solutions available, only hard choices.” O. Rehn a proposito dell’accordo su Cipro.
[…]

Da |venerdì, 29 marzo, 2013|Crisi Euro, Mercati|0 Commenti