Giappone… un investimento sicuro?

In uno dei primi post di questo blog ci ponemmo, ormai tre anni fa, una domanda: è il Giappone un investimento speculativo? In apparenza tutto dice il contrario… se ci si limita a guardare i tassi… indicatori ormai inaffidabili perché manipolati dalle Banche Centrali (BC).
[…]

Un passo oltre…

Sembrava troppo sperare che, dopo i patemi greci, si riuscisse ad arrivare ai giorni caldi delle Banche Centrali (BC), dal 3 al 16 settembre, senza particolari scossoni. La FED ha condiviso la sua forward guidance con un tale anticipo che, ad un certo punto, la PBoC deve aver deciso di anticiparla, spiazzandola. La domanda base è: arriva il bear market?
[…]

Da |mercoledì, 2 settembre, 2015|Banche Centrali, Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Perchè i tassi sono tornati a scendere?

La vera domanda che bisognerebbe porsi in questo ultimo periodo è… perché i tassi dei principali titoli di stato, soprattutto sulle lunghe scadenze, sono tornati a scendere? Certo l’aspettativa del QE di Draghi potrebbe in parte fornire una motivazione ma non in modo adeguato anche perché l’attesa (frustrata) è in piedi dall’autunno scorso… Ma allora?
[…]

Da |giovedì, 22 maggio, 2014|Mercati, Scenari globali|Commenti disabilitati su Perchè i tassi sono tornati a scendere?

Equity, equity… il canto delle sirene.

Accordo raggiunto… nel senso che gli USA hanno trovato un accordo per rinviare la ricerca di un’intesa sostenibile sul debito all’anno nuovo. Tanto basta per iniettare una certa euforia sui mercati più che altro perchè grazie alla tregua politica la exit strategy sembra allontanarsi. Un altro calcio al barattolo…
[…]

Da |martedì, 22 ottobre, 2013|Mercati, Scenari globali|0 Commenti

E’ il Giappone un investimento speculativo?

Siamo abituati a considerare il Giappone, nonostante tutto, come un investimento poco redditizio ma sicuro, in alcuni casi “rifugio”. Con l’inizio della Abenomics forse è opportuno chiedersi se tanta fiducia è ben riposta…
[…]

Da |martedì, 27 agosto, 2013|Debiti pubblici, Tematiche|Commenti disabilitati su E’ il Giappone un investimento speculativo?

Nasce una nuova forma di premio al rischio?

Le principali Banche Centrali mondiali, FED in testa, con le loro prolungate politiche di quantitative easing hanno fatto nascere una nuova forma di premio al rischio?
[…]

Da |giovedì, 1 agosto, 2013|Debiti pubblici, Tematiche|0 Commenti

Il profilarsi all’orizzonte della exit strategy?

Il buon dato del Pil giapponese della scorsa settimana ha ridato solo una breve speranza ai sostenitori delle manovre di QE anche perché la BoJ ha confermato di non volere “rilanciare” nelle sue politiche ultra-espansive. Anche le ulteriori misure (liberalizzazioni e riduzioni di tasse) ipotizzate dal Governo Abe sono sembrate non solo insufficienti ma tendenzialmente pericolose per la tenuta del debito pubblico.
[…]

Da |lunedì, 17 giugno, 2013|Exit Strategy, Mercati|0 Commenti

Japan dream vs Giappone back to reality.

Giappone sempre sopra gli scudi. Oltre al cambio e ai corsi azionari è bene però tenere d’occhio i rendimenti dei titoli di stato del Sol Levante perché i loro rendimenti sono letteralmente schizzati verso l’alto con livelli di volatilità considerevoli.
[…]

Da |venerdì, 24 maggio, 2013|Giappone, Mercati|0 Commenti

Selection maggio 2013

La Polonia, il suo debito pubblico e l’Euro
Grecia: impegno “inderogabile” a licenziare
JP Morgan… di nuovo?
Margin Debt NYSE ai massimi
Margin Debt Nyse ai massimi_2
Eurobank torna statale
Ricapitalizzazione banche greche
Ricapitalizzazione banche greche_2
Ricapitalizzazione banche greche_3
L’Australia taglia i tassi
Anomalie nei dati dell’economia cinese

Da |domenica, 12 maggio, 2013|Link Interessanti|0 Commenti

Adieu Austerity: ipotesi credibile o dilazione?

La questione aperta in Europa oggi è: fine dell’Austerity? Il blocco dei Pigs più un’incerta Francia riusciranno ad imporre una nuova linea di condotta politica all’area Euro? Fino a che punto? Se il discorso si limitasse a scomputare gli investimenti dagli indebitamenti complessivi degli Stati sarebbe poca cosa…
[…]

Da |domenica, 12 maggio, 2013|Crisi Euro, Mercati|0 Commenti