Eurocrisi, QE e Cina

Tanti i fronti aperti in questo luglio 2015: Eurocrisi; destino dei vari QE; Cina… ma potremmo anche aggiungere Ucraina; Medio-Oriente; crisi del fracking; etc. Concentriamo la nostra attenzione sui tre più cogenti…
[…]

Una nuova unione monetaria

Comunque finisca la telenovela sul debito della Grecia l’unione monetaria ancorata all’Euro non sarà più come prima. L’intensità politica delle criticità poste dalla questione greca stanno mettendo alla prova non solo la tenuta dell’unione ma anche il suo buon funzionamento, presente e futuro.
[…]

Da |lunedì, 22 giugno, 2015|Banche Centrali, Crisi Euro, Exit Strategy, Mercati|0 Commenti

Spesa pubblica italiana

Spesa pubblica italiana in % sul Pil (2009):
11.4% Redditi lavoro dip (sanità, difesa, istruzione…)
22.1% Prestazioni sociali (sussidi, pensioni, sanità..)
6.2% Consumi intermedi
2.4% Investimenti lordi
…. totale 47.3% del PIL senza contare gli interessi
Detto altrimenti: l’ 84% della spesa è fatto dalle prestazioni sociali, dai dipendenti pubblici e dai consumi intermedi ad essi funzionali… ossia “ciccia” viva che se tagliata diventa almeno nel breve recessione. Se aggiungiamo gli investimenti (senza i quali si compromette la funzionalità futura delle infrastrutture già trascurate) la percentuale diventa.. 89%. Sui consumi intermedi pur essendo ben possibile fare “efficienza” difficilmente si potrà incidere molto sul complesso… inevitabili quindi tagli più sostanziosi e recessivi… oppure…

Da |venerdì, 4 maggio, 2012|Commenti Brevi, Crisi Euro, Mercati|0 Commenti