Settimane intense

Tregue che sfumano, incertezze sul ciclo economico mondiale, pressioni sulle autorità monetarie per more easing, storiche società in difficoltà, Stati strapazzati dai fremiti sovranisti… tutto, forse troppo, si traduce in un aumento della propensione alla liquidità del sistema. […]

Tornano gli effetti collaterali

Il lungo periodo di tassi mantenuti forzatamente al di sotto dei loro livelli medi storici ha avuto una valenza globale. Non solo i paesi che hanno adottato politiche monetarie ultra espansive, colpiti dalla crisi del 2007-08, hanno “beneficiato” di questo prolungato periodo di facilitazione del credito. I debiti, dopo il 2009, sono aumentati praticamente ovunque, spesso in modo più accentuato, in termini di tassi di crescita, in diversi paesi emergenti, BRICs compresi. I flussi di capitale, alla ricerca di rendimenti sempre più risicati, hanno raggiunto i posti più impensati badando sempre meno ai rischi che assumevano, agli squilibri finanziari che si andavano creando. […]

Da |venerdì, 7 settembre, 2018|Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

La porta piccola

Si potrebbe dire… tanto tuonò che alla fine piovve. Di pioggia ne è caduta parecchia. Senza alcun preavviso una lunga giornata di sole si è trasformata in una di tempesta. L’incubo della “porta piccola” ha serpeggiato nelle nostra mente. Forse è solo un temporale… […]

Calma timorosa

Ancora qui… in un’ennesima finestra di volatilità di un contesto precarizzato ma relativamente stabile. Più o meno nella stessa situazione di qualche mese fa, se ci limitassimo a guardare i mercati. Però alcune cose sono avvenute… […]

Da |lunedì, 7 novembre, 2016|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Giappone… un investimento sicuro?

In uno dei primi post di questo blog ci ponemmo, ormai tre anni fa, una domanda: è il Giappone un investimento speculativo? In apparenza tutto dice il contrario… se ci si limita a guardare i tassi… indicatori ormai inaffidabili perché manipolati dalle Banche Centrali (BC).
[…]

Il Paese dei Balocchi

Ci si può sentire un po’ come Pinocchio nel Paese dei Balocchi (PdB)…. increduli e affascinati. Come nel PdB l’attuale contesto relega i problemi, le incertezze e le difficoltà in un angolo remoto della mente mentre il vissuto è spensierato, ottimista… quasi euforico.
[…]

Da |lunedì, 25 luglio, 2016|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Organismi Internazionali, Quantitative Easing, Scenari globali|Commenti disabilitati su Il Paese dei Balocchi

Compiacenza 2 (sindrome da déjà vu)

“Il nostro silenzio era dovuto per rispetto a mercati particolarmente compiacenti a cui piaceva non pesar nulla, essere dimentichi di tutto. Rompiamo qui il silenzio perché la compiacenza si è appannata”…
[…]

Da |mercoledì, 18 maggio, 2016|Banche Centrali, Cina, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Trappola da Quantitative Easing

Le principali Banche Centrali hanno nuovamente parlato. Le loro parole hanno condizionato i mercati e le altre BC. Quali i contenuti? Promesse, rassicurazioni, conferme ma nessun fatto concreto. Eppure ai mercati è bastato per considerare le turbolenze agostane superate… dimenticate. I tassi hanno parzialmente ricominciato a scendere. Le Borse statunitensi hanno persino recuperato il range dei massimi a cui erano arrivati. Massimi storici assoluti… quasi.
[…]

Da |martedì, 10 novembre, 2015|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

The big divergence

Dopo giorni di relativa tranquillità i mercati sembrano un po’ turbati dal consistente e rapido calo delle materie prime e da preoccupazioni “cinesi”. Il turbamento è relativo perché, come più oltre approfondiremo, i mercati finanziari, alla fin fine, restano in prossimità dei loro massimi recenti. Si tratterà quindi di riflettere sull’esistenza, o meno, di una divergence fra economia reale e mercati finanziari.
[…]

Credito, fiducia, exit strategy e QE

L’Unione Monetaria ha evitato la Grexit, forse. La Cina riesce a contenere i danni del suo ’29, forse. Le Banche Centrali (BC) stanno gestendo in modo adeguato l’inizio di una exit strategy indolore, forse. Tre “forse” che si trasformano inevitabilmente in volatilità sui mercati. Quale exit strategy ci aspetta?
[…]