Commento sui mercati finanziari

Dagli organismi internazionali… (OECD)

Riprendiamo una vecchia “rubrica”… richiamando l’attenzione sull’interim Economic Outlook dell’OECD (OCSE) del 21/09. Non mancano spunti interessanti…
[…]

La forza di gravità (Elicottero)

In apparenza le Banche Centrali sono riuscite in qualcosa di magico… invertire la forza di gravità (Elicottero?).. L’abbozzo di exit strategy iniziato dalla FED (rialzo di 0.25% nei tassi) fallito miseramente in un movimento al ribasso dei mercati in gennaio e febbraio ha causato uno spavento tale che ha determinato una reazione contraria impressionante sulla quale dubitare era più che legittimo… in fondo significava pensare che era possibile invertire la forza di gravità…
[…]

Da |lunedì, 19 settembre, 2016|Banche Centrali, Exit Strategy, Giappone, Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Giappone… un investimento sicuro?

In uno dei primi post di questo blog ci ponemmo, ormai tre anni fa, una domanda: è il Giappone un investimento speculativo? In apparenza tutto dice il contrario… se ci si limita a guardare i tassi… indicatori ormai inaffidabili perché manipolati dalle Banche Centrali (BC).
[…]

Il Paese dei Balocchi

Ci si può sentire un po’ come Pinocchio nel Paese dei Balocchi (PdB)…. increduli e affascinati. Come nel PdB l’attuale contesto relega i problemi, le incertezze e le difficoltà in un angolo remoto della mente mentre il vissuto è spensierato, ottimista… quasi euforico.
[…]

Da |lunedì, 25 luglio, 2016|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Organismi Internazionali, Quantitative Easing, Scenari globali|Commenti disabilitati su Il Paese dei Balocchi

Compiacenza 2 (sindrome da déjà vu)

“Il nostro silenzio era dovuto per rispetto a mercati particolarmente compiacenti a cui piaceva non pesar nulla, essere dimentichi di tutto. Rompiamo qui il silenzio perché la compiacenza si è appannata”…
[…]

Da |mercoledì, 18 maggio, 2016|Banche Centrali, Cina, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Trappola da Quantitative Easing

Le principali Banche Centrali hanno nuovamente parlato. Le loro parole hanno condizionato i mercati e le altre BC. Quali i contenuti? Promesse, rassicurazioni, conferme ma nessun fatto concreto. Eppure ai mercati è bastato per considerare le turbolenze agostane superate… dimenticate. I tassi hanno parzialmente ricominciato a scendere. Le Borse statunitensi hanno persino recuperato il range dei massimi a cui erano arrivati. Massimi storici assoluti… quasi.
[…]

Da |martedì, 10 novembre, 2015|Banche Centrali, Exit Strategy, Mercati, Quantitative Easing|0 Commenti

Yellen – Fed: che paura la exit strategy…

Tutti nelle mani della Yellen? Sembrerebbe di sì a leggere ed ascoltare quanti animano l’informazione legata ai mercati finanziari. Molte le perorazioni alla FED affinché… ritardi il ritorno alla normalità, la exit strategy.
[…]

Da |mercoledì, 16 settembre, 2015|Banche Centrali, Mercati|0 Commenti

Un passo oltre…

Sembrava troppo sperare che, dopo i patemi greci, si riuscisse ad arrivare ai giorni caldi delle Banche Centrali (BC), dal 3 al 16 settembre, senza particolari scossoni. La FED ha condiviso la sua forward guidance con un tale anticipo che, ad un certo punto, la PBoC deve aver deciso di anticiparla, spiazzandola. La domanda base è: arriva il bear market?
[…]

Da |mercoledì, 2 settembre, 2015|Banche Centrali, Mercati, Scenari globali|0 Commenti

Il caso SWISS NATIONAL BANK

La Swiss National Bank (SNB) ossia la BC svizzera ha una particolarità che la distingue dalle altre sue omologhe più famose: è una società anonima a statuto speciale quotata in una Borsa Valori. Questa specificità costringe la stessa SNB ad avere un onere informativo maggiore rispetto alle altre BC, sia in termini quantitativi (più informazioni) e sia qualitativi (maggior aderenza ai prezzi di mercato). La qualità saliente che qui ci fa apprezzare il caso della SNB è proprio questa sua necessità di una maggior aderenza alla realtà. […]

Da |giovedì, 27 agosto, 2015|Banche Centrali, Mercati|0 Commenti

The big divergence

Dopo giorni di relativa tranquillità i mercati sembrano un po’ turbati dal consistente e rapido calo delle materie prime e da preoccupazioni “cinesi”. Il turbamento è relativo perché, come più oltre approfondiremo, i mercati finanziari, alla fin fine, restano in prossimità dei loro massimi recenti. Si tratterà quindi di riflettere sull’esistenza, o meno, di una divergence fra economia reale e mercati finanziari.
[…]