Un aggiornamento grafico delle obbligazioni High Yield (HY) USA

Alleghiamo alcuni grafici di aggiornamento sul mercato degli HY. Monitorare il mercato delle obbligazioni ad alto rendimento è importante per una serie di ragioni:

1) Rappresentano uno dei segmenti obbligazionari più sensibili alle variazioni nella propensione al rischio degli investitori;

2) per la natura del mercato stesso è più sensibile alle variazioni di liquidità sulle singole emissioni trattate.

Questi due aspetti caratterizzanti assumono ancora più rilevanza dopo un prolungato periodo di riduzione dei tassi, di politiche ultra espansive (QE vari) e di ricerca disperata di rendimento.

Prima una panoramica per diverse tipologie di HY USA: (rielaborazione dati S&P Dow Jones Indices)

Panoramica HY2 Panoramica HY

Come si noterà la strada fatta è stata molta (la spinta della ricerca spasmodica dei rendimenti ha pesato). Notare come il segmento HY CCC (ossia le obbligazioni con rating CCC) siano ancora più sensibili (la linea azzurrina). Ora aumentiamo il dettaglio del periodo considerato per confrontarlo con un periodo problematico (aprile 2015 – febbraio 2016) onde monitorare la formazione di eventuali similitudini.

hY OGGI

hy 2015

Si osservi come l’aumento improvviso di volatilità abbia influenzato repentinamente i prezzi e l’andamento dell’indice considerato (che il Corp HY generico non quello CCC). Si noti anche come in una sola settimana ha “tagliato”, come si usa dire, le medie mobili di riferimento (a 60 e 120 gg). Ora questi sono al più segnali di un cambiamento che potrebbe essere in atto ma che deve essere confermato. Per ragionare sugli elementi che possono o meno confermare il cambiamento dobbiamo valutare anche l’andamento dei tassi di mercato in generale e di quelli statunitensi in particolare. A tal fine riporto due grafici (rielaborazione dati del Governo USA) a titolo di confronto fra periodi diversi…

tassi USA 2

evoluzione tassi

Entrambi riportano la curva dei tassi dei Treasuries USA alle diverse scadenze. Il primo riporta un andamento dinamico della curva mentre il seconda riporta delle istantanee di diversi momenti della curva. Si noterà una sorta di “appiattimento” ossia di riduzione della distanza fra i tassi a breve e quelli a più lunga scadenza che pur salendo lo stanno facendo a un ritmo minore di quelli a breve. Nel primo grafico l’appiattimento si nota quando tutti i tassi si avvicinano come nel 2005-07 o nel 1999-2000. Cosa vuol dire? Una curva che si appiattisce in questo modo vuol dirci che il peggioramento delle condizioni creditizie a breve (tassi più alti significano più oneri e meno facilità ad ottenere ulteriore credito) tende a prevale sul miglioramento delle aspettative future di crescita e/o inflazione.

Piaciuto l’articolo? Condividilo!