Riportiamo qualche grafico che riteniamo di interesse e costruito su rielaborazioni di dati forniti dal Tesoro USA sui principali detentori esteri di Treasury securities. Purtroppo i dati disponibili si fermano al Settembre 2013. Fra i principali detentori, manco a dirlo, spiccano Cina e Giappone che insieme detengono poco meno del 44% dei titoli in mano agli investitori esteri (spesso si attribuisce erroneamente alla Cina di detenere il 25% del totale de i titoli in circolazione…). Il peso dei due risalta se si tiene conto che il terzo detentore estero, i “suggestivi” Caribbean Banking Centers, supera di poco il 5%.

Come si nota dal grafico qui sotto (dati in mld di $) fino al Marzo 2013 il mondo ha aiutato la FED nel suo compito di sostenere il debito statunitense, in valor assoluto, il più grande che il globo conosca. Poi, causa “ufficiale” ipotesi inizio exit strategy, il mondo ha vacillato un pò…


Dal picco di Marzo 2013 la variazione dei saldi dei singoli paesi rispetto ad Agosto e a Settembre sono:

Risulta evidente il contributo del Giappone nel sostenere il saldo totale. Cercando di aggregare delle macro aree…. si possono notare le difficoltà dei paesi emergenti che, nel tentativo di difendere le loro valute, hanno dovuto vendere dollari riducendo le loro disponibilità di Treasury securities.

Considerando che i tassi sui titoli di Stato USA hanno ripreso a salire ci si potrebbe chiedere… attualmente chi sta vendendo e perchè? In proposito un ripasso a una nuova forma di premio al rischio potrebbe non guastare.

Fonte dei dati

Piaciuto l’articolo? Condividilo!